30 marzo 2018

Stanchezza di Primavera: NON è tutto ORO quel che luccica!

A cosa ci riferiamo? Alle giornate più lunghe, alla luce più intensa, all’arrivo della primavera e dell’ora legale!

“L’aumento delle ore di esposizione alla luce si traduce in una modifica della sintesi di alcuni ormoni e neurotrasmettitori tra cui la serotonina (che ha un’efficacia antidepressiva) e la melatonina sostanza legata non solo alla quantità di ore di riposo notturno ma anche alla qualità del sonno. Di conseguenza, si possono riscontrare alcuni disturbi quali difficoltà ad addormentarsi, irritabilità, astenia, riduzione della concentrazione e della memoria e percezione differente del senso di fame.”

E’ questo quel che ci spiega Lifestyleblog.it suggerendo, a questo punto, di modificare un po’ le proprie abitudini per andare ad aiutare l’organismo a sentirsi meno stanco.

Coricarsi un po’ prima (basta mezz’ora) e adottare una dieta che contempli cibi ricchi di serotonina sono due facili accorgimenti. Ma in quali alimenti trovare la serotonina? Nei Semi! Eccoli qui, infatti, i Magnifici 3:

Semi di Girasole

Semi di Lino

Semi di Zucca

Nemici, invece, i carboidrati semplici come pasta, pane e riso che andrebbero sostituiti con cereali integrali. E se vi abbiamo convinto ma non sapete bene come “usare” questi semi ecco qui: potete aggiungerli alle vostre insalate e, nel caso dei semi di girasole e di zucca, potete “sgranocchiarli” quali snack durante la giornata.

Vi è venuta voglia di acquistarli? Cliccate qui, iscrivetevi alla nostra newsletter con cui avrete diritto a 5 euro di sconto, e fateveli spedire comodamente a casa!

Già che ci siamo vi suggeriamo una sfiziosa ricetta:

Fonte