Primi / Tradizionali

Vellutata con Verdure di Stagione e Nocciole!

17 ottobre 2017
  • Difficoltà Difficoltà: Media
  • Preparazione Preparazione: 15 minuti di preparazione + 30 cottura
  • Dosi Dosi: 4 persone
Diventare food blogger mi ha permesso di intrecciare tutte le mie passioni... Se dovessi riassumere le mie Ricette? Le definirei creative, con un pizzico di passione in più!

Oggi cuciniamo insieme

Tante verdure per una ricetta di stagione che, vi accorgerete, è più lunga da "spiegare e scrivere" che non da preparare.

La preparazione, infatti, prevede solo 15 minuti di piacevole lavoro mentre la cottura prevede altri 30 minuti.

Meno di un ora, in totale, per un piatto autunnale reso sfizioso dai crostini con gorgonzola e nocciole!

Ecco, allora, la ricetta per questa "vellutata con verdure di stagione e nocciole IGP"! 

 

Ingredienti

Per la vellutata

  • Barbabietole Precotte (rape rosse) 500 g
  • Cipolle Rosse Di Tropea 175 g
  • Carote 90 g
  • Mela Verde (acidula) 215 g
  • Succo Di Limone 1 cucchiaio
  • Scorza Di Limone 1
  • Rosmarino 1 rametto
  • Panna Fresca Liquida 250 ml
  • Olio Extravergine D’oliva 25 ml
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Nocciole Tostate (in granella) 50 g

    Per i crostini

Preparazione

Iniziate con la pulizia degli ortaggi, utilizzando un tagliere pulito e fermo in modo da lavorare in sicurezza. Utilizzate un coltello per verdure molto affilato e procuratevi gli attrezzi o utensili necessari per la preparazione.

Prelevate le barbabietola o rape rosse dalla confezione, appoggiatele sul tagliere ed eliminate la buccia e le parti non commestibili delle barbabietole. Tagliate le barbabietole a dadini. Utilizzate un paio di guanti da cucina per evitare di macchiarvi le dita. Tuttavia, non c’è rimedio più efficace per rimuovere la colorazione e le macchie sul piano di lavoro che reagire in fretta lavando immediatamente le superficie.

Mondate la cipolla rossa di Tropea, incidete la superficie con un coltello per verdure ben affilato ed eliminate i primi strati più duri. Tagliate la cipolla a rondelle sottili e mettetela in una boule. Per una miglior conservazione, pulite e tagliate la cipolla al momento del suo utilizzo. Non lasciate la cipolla tagliata esposta per molto tempo, è meglio utilizzarla subito.

Lavate la carota, asciugatela e appoggiatela sul tagliere pulito. Mondate le estremità dell’ortaggio ed eliminate la buccia con l’aiuto di uno spelucchino o di un pelapatate. Tagliate la carota a rondelle sottili e mettetela in una boule.

Lavate la mela e asciugatela. Eliminate il picciolo e appoggiatela sul tagliere pulito. Con un levatorsolo o cavatorsolo, un attrezzo specifico per prelevare il torsolo delle mele, eliminate la parte centrale che contiene i semi.

Sbucciate la mela con uno spelucchino o con un coltellino a lama curva. dividete la mela a metà, tagliatela a spicchi e poi a cubetti. Mettete i cubetti di mela in una boule e spruzzateci sopra un po’ di limone per evitare che anneriscano.

Fate scaldare una pentola antiaderente e versateci l’olio extravergine d’oliva. Mettete la cipolla e la carota tagliate a rondelle, mescolate e coprite la pentola con il coperchio. Fate sudare gli ortaggi, cioè, stufateli dolcemente a fuoco basso per circa 15 minuti, ricordandovi di controllare e di rimestare regolarmente per evitare che si attacchino o si bruciacchino.

Trascorso il tempo necessario, scoperchiate e unite i dadini di barbabietole precotte e i cubetti di mela verde. Mescolate gli ingredienti delicatamente, coprite la pentola con il coperchio e continuate la cottura per altri 15-20 minuti sempre a fiamma dolce.

Nel frattempo, scaldate il brodo vegetale. Dopodiché scoperchiate nuovamente e versate il brodo vegetale. Mescolate e portate in ebollizione. Fate cuocere dolcemente con il coperchio semichiuso fino a quando le barbabietole non si saranno intenerite. Controllate e rimestate regolarmente.

Qualche minuto prima di ultimare la cottura, grattugiateci sopra la scorza di limone e unite il rametto di rosmarino mescolando.

A fine cottura, prelevate il rametto di rosmarino e passate gli ingredienti con un minipimer o frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema liscia e consistente. Filtrate la crema così ottenuta passandola con il colino a maglie strette.

Per i crostini

Mentre il brodo cuoce, preriscaldate il forno a 200° C. Preparate i crostini di pane e la crema di gorgonzola con le nocciole.

Sul tagliere pulito, tagliate il pane ai semi vari in fette piuttosto grosse. 

Sistemate le fette di pane su di una teglia, mettetele nel forno preriscaldato precedentemente e fatele tostare per 5 minuti circa affinché si dorino.

Nel frattempo, spezzettate il gorgonzola con l’aiuto di un coltello, mettetelo in una boule e schiacciatelo con una forchetta fino a renderlo cremoso.

Poi, pestate le nocciole tostate nel mortaio o frullatele nel mixer fino a ridurle in granella. Unite la granella di nocciole al formaggio e mescolate energicamente per amalgamare bene.

Togliete i crostini dal forno e spalmateci sopra la crema di gorgonzola e nocciole. Rimettete nel forno e fate dorare per altri 2-3 minuti affinché il formaggio si sciolga completamente.

Potete conservare questa vellutata in frigorifero e sarà ancora più buona il giorno dopo. La vellutata è adatta alla congelazione in contenitori ermetici adatti o meglio ancora in sacchetti di plastica distesi con chiusura a cerniera. Quindi, preparatevi una grossa quantità e utilizzate le verdure e gli ortaggi di stagione per approfittare al meglio le risorse a disposizione.

E consigliabile congelare la vellutata senza l’aggiunta di panna e di erbe aromatiche, le quali si dovranno aggiungere dopo averla riscaldata. Allungate con un po’ di brodo vegetale durante lo scongelamento se necessario.

Per servire a tavola

Una volta preparati vellutata e crostini, procedete a rettificate, condire e guarnire il piatto.

Servite la vellutata di barbabietola nei piatti individuali, versate la panna fresca liquida per rettificare e aggiustate di sale e pepe.

Guarnite con i crostini al gorgonzola e nocciole. E per ultimo, cospargete sul piatto una manciata di granella di nocciole.

Note

Potete conservare questa vellutata in frigorifero e sarà ancora più buona il giorno dopo. La vellutata è adatta alla congelazione in contenitori ermetici adatti o meglio ancora in sacchetti di plastica distesi con chiusura a cerniera. Quindi, preparatevi una grossa quantità e utilizzate le verdure e gli ortaggi di stagione per approfittare al meglio le risorse a disposizione.

E consigliabile congelare la vellutata senza l’aggiunta di panna e di erbe aromatiche, le quali si dovranno aggiungere dopo averla riscaldata. Allungate con un po’ di brodo vegetale durante lo scongelamento se necessario.

Buon appetito!

Prodotti LIFE utilizzati

Resta in contatto con noi!

Iscriviti alla
newsletter

Iscriviti

Altre ricette

Colombine di Sfoglia con Crema Pasticcera e Crema alle Nocciole

La Colomba è un po’ il simbolo della Pasqua… ecco perché Fabio Sepe del Blog Giallo Zafferano Pasta Amore Fantasia e… ci insegna come preparare un dolce di Pasqua che, […]

Leggi

prova

Leggi

Pane in Cassetta ai Semi di Lino

La Ricetta per il Pane in Cassetta ai Semi di Lino ce la regala, oggi, il blog Una Manu in Cucina.  La nostra blogger di fiducia Emanuela – detta Manu […]

Leggi