Giornata Mondiale dell’Africa: 5 x 1000: L’Africa ci (ri)guarda

Il 25 maggio, è la Giornata Mondiale dell’Africa: una data assolutamente adatta, dunque, per ricordare l’impegno di Fondazione Slow Food per la Biodiversità – partner di Life nel progetto Valore al Territorio – a favore di uno sviluppo corretto e lungimirante dell’Africa.

E’ questo, infatti, il senso ultimo del progetto L’Africa ci (ri)guarda che, per poter essere sviluppato, necessità dell’aiuto delle donazioni di quanti si sentono in linea con un percorso iniziato anni fa e sostenuto – in termini economici – dal 5×1000.

L’Africa ci (ri)guarda si sviluppa, concretamente, attraverso un aiuti economici mirati e, soprattutto, di lavoro quotidiano sul campo da parte dei referenti Slow Food che insegnano, accompagnano e guidano la popolazione locale senza mai sostituirsi ad essa. Una filosofia ed un impegno che si riassume in queste righe:

“Migliaia di contadini, pastori, pescatori, cuochi, studenti e insegnanti sono impegnati a costruire un futuro nuovo nel continente africano.

Ogni giorno lavorano per salvare la biodiversità, realizzare orti nei villaggi e nelle scuole, creare nuovi Presìdi, promuovere il cibo locale.

Sono loro il presente e il futuro di Slow Food in Africa.”

Ma perché l’Africa ci si può chiedere? Perché purtroppo, oggi, dell’Africa ce ne si frega. A dirlo con cognizione di causa è Sergio Ramazzotti – giornalista e reporter esperto di Africa – il cui libro “Afrozzapping” offre un lucido spaccato su quella che è la realtà africana.

Fondazione Slow Food per la Biodiversità ha deciso che è giunto il momento di prendere coscienza del fatto che l’Africa ci (ri)guarda e, proprio per questo, chiede a di sostenerla attraverso il proprio 5 per 1000. 

Come fare? Basta riportare Il codice fiscale 94105130481 sulla vostra dichiarazione dei Redditi.